RavelloSense  
 
 

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

  L’emozione percuote le strade con una melodia sconosciuta.

Compone sinfonie paradossalmente silenziose nei vicoli di Ravello, e la posizione sopraelevata sul mare, come quella di una terrazza voluta da Dio, generosamente, avvicina di diritto al cielo e ad una dimensione superiore che, tuttavia, non pecca di superbia.

   
 
 
  home       Info Turistiche       Utilita'       Attivita' Turistiche       News ed Eventi IL CONSORZIO                            CONTATTI  
 
 
           
Warning: include(inc_attivita/main/.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.ravellosense.com/home/attivita.php on line 99 Warning: include(inc_attivita/main/.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.ravellosense.com/home/attivita.php on line 99 Warning: include(): Failed opening 'inc_attivita/main/.php' for inclusion (include_path='.:/php5.3/lib/php/') in /web/htdocs/www.ravellosense.com/home/attivita.php on line 99     Warning: include(inc_attivita/menu/.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.ravellosense.com/home/attivita.php on line 104 Warning: include(inc_attivita/menu/.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.ravellosense.com/home/attivita.php on line 104 Warning: include(): Failed opening 'inc_attivita/menu/.php' for inclusion (include_path='.:/php5.3/lib/php/') in /web/htdocs/www.ravellosense.com/home/attivita.php on line 104  

Turismo Religioso
 

Una scaglia sottile color rubino è appena visibile, lo scanno utilizzato come scalino invita a sporgersi di più, ad innamorarsi della fede, la scaglia è luminosissima per chi sa cercarla e sa aspettare, un’iridescenza più tenue di porpora brilla nel lago scarlatto dell’ampolla che accoglie pietosa il sacrificio del Martire.

 
 

Il sangue torna vivo e Ravello celebra la morte che ha vinto sulla morte stessa, celebra il suo patrono: San Pantaleone medico e martire a Nicomedia il 27 luglio del 305 durante le persecuzioni di Diocleziano.
La fede si fa folla, si fa corteo e poi preghiera, e ancora miracolo per poi spegnersi, a sera inoltrata, negli origami di luce dei fuochi pirotecnici, nel proscenio di alberi e ricami di luci, fra il verde dei pini e la cera molle delle candele, fra le divise ordinate della banda e le risa dei bambini, nello sguardo incantato dei turisti che ancora osservano il cielo in attesa di un merletto di pioggia e di fuoco.

La fede si fa processione, si fa viaggio di ritorno, si fa voce attraverso dialetti diversi, passi e mani.
E’ così che da anni, il 26 ottobre, Ravello rinnova la devozione al Beato Bonaventura da Potenza, esempio di perfezione evangelica e santità, oltre che testimone di fede che ha dato se stesso per i poveri e gli emarginati. Il Beato dorme nell’urna posta sotto l’altare maggiore della splendida Chiesa di San Francesco il suo sonno di fiori e beatitudine. Di preghiere che lo accarezzano una pietosa ninna nanna.
E’ quell’urna il tesoro dei viaggi, la meta dei percorsi: a fine giugno il popolo potentino rende omaggio donando l’olio che alimenta la lampada votiva posta sulla tomba del Beato, la fede non si spegne ed illumina il cammino e le menti.

Un Santuario aggrappato ad un imponente sperone di roccia, aperto da una terrazza che affaccia sul mare: è qui, in questo nido di pietre e fiori, di devozione e fiducia che Ravello rende omaggio ai Santi Cosma e Damiano, santi medici originari dell’Arabia che appresero in Siria i principi dell’arte medica mettendoli a disposizione della cura dei malati con chiaro spirito cristiano.
Il nido domina e accoglie i fedeli, attraverso un percorso di luce che non conosce tenebre.

Una festa prima delle fatiche della vendemmia, una fontana di rosso e blu esplode nel cielo illuminando la stoffa nera che cuce come un’armatura di pianto il corpo della Madonna Addolorata, uno sparuto e caratteristico gruppo di case, il campanile e i tetti, la piazzetta e le vie che tagliano la terra come vene scure. Questa è Torello, la frazione da fiaba di Ravello, ed è proprio qui che la festività della Madonna Addolorata diventa spettacolo di devozione: la fiaccolata incendia e poi purifica nel bianco delle cascate dei fuochi il dolore della morte di Cristo, dai terrazzi si piange di luce e settembre si chiude con una vivace ouverture di bagliori prima che l’autunno spenga ogni cosa e domini con il suo scettro di silenzio .

     
     
Chiesa Ravello   Ravello in Festa
linea   linea
Chiesa Ravello   Ravello In Festa
     
Informazioni sui luoghi di culto in paese, programma pastorale, cerimonie.

[+] vai al sito
  Un programma molto curato che presenta cicli di grande interesse, valorizzati da una acustica meravigliosa.

[+] vai al sito
linea   linea

 

 

 
       
   
 
 
  Ravello Sense Logo
  Consorzio di Promozione Turistica Ravello-Scala scarl
Viale Gioacchino D’Anna, 5
84010 Ravello (SA) . Italia - p.iva 04663660654
Tel.: 089 857731 . 089 8421975 . Fax: 089 8422705
e-mail: - pec: ravellosense@pec.it